top of page

Serie D: Dopo San Vincenzo scatta l'allerta in casa Cestistica

Periodo nero per la Cestistica Pescia che esce sconfitta dal Palazzetto Lauro Giovani, per 76 - 68 ed incassa così la sua sesta sconfitta, su dodici partite già disputate, che la colloca in una posizione di massima allerta.

Una partita sicuramente non semplice per Pescia, arrivata a San Vincenzo senza gli infortunati Sene e Niccolai e con Lupi che vi si è aggiunto, dopo soltanto poco più di un minuto di gioco, non potendo più rientrare.

Con le forze a disposizione, la Cestistica Pescia ha giocato una partita davvero eccezionale, forse la migliore da inizio campionato, tenendo testa ai forti padroni di casa in maniera encomiabile e ritirandosi nello spogliatoio, per l'intervallo lungo, in vantaggio di 6 punti.

Ma è dal terzo quarto fino al termine che sono i padroni di casa a prendere il sopravvento, grazie al loro talento ed alla loro predominante prestanza fisica e tattica, inspiegabilmente rimaste inespresse nei primi due quarti, e chiudono il match a proprio favore.

Una partita che lascia molto amaro in bocca ai giovani rosso verdi che hanno sempre incassato ogni sconfitta a testa, alta ritenendola sempre frutto di proprie debolezze, ingenuità o semplicemente propria inferiorità, e mai addossandone la responsabilità a decisioni arbitrali non proprio equilibrate e corrette che umanamente ci possono anche stare.

Quasi sicuramente la Cestistica Pescia sarebbe tornata da San Vincenzo a mani vuote ma rimane il dubbio che il pessimo arbitraggio di questa partita la dica lunga su quegli 8 punti di scarto che hanno consegnato il foglio rosa a San Vincenzo.

Parziali: 20-17; 27-33; 53 -43; 76-68

Tabellino: Ponzo 8, Romoli, Ghera 4, Federighi, Sodini G 10, Ciervo 4, Sodini L.11, Lupi (nella foto), Menichini 16, Vannini 15



188 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page