top of page

Serie D La giovane Cestistica sfiora l’impresa contro la capolista Fides Livorno

La Cestistica Pescia si arrende solo sul finale alla capolista Fides Livorno sul punteggio di 64 a 73 dopo una grande prestazione, messa in campo da tutti i ragazzi pesciatini, che ha impensierito, e non poco, capitan Antonello Venditti e la sua band.

I labronici sembrano arrivati al PalaBorelli sicuri di potersi giocare una partita semplice e dal risultato favorevole del tutto scontato, contro una squadra di ragazzi con molti meno anni, chili, centimetri e soprattutto pochissima esperienza sulle spalle. E questa è una certezza, considerato che, la giovane compagine è nata solo lo scorso anno, per una precisa scelta della neonata società pesciatina, che ha deciso, eccetto pochi, e sempre giovani, innesti, di scommettere ed investire sui ragazzi cresciuti nelle fila delle proprie giovanili.

Domenica scorsa la giovane truppa si è confrontata con una Fides Livorno squadra costruita invece per il salto di categoria, e composta per lo più da veterani dell’ambiente, con molti anni “in vantaggio”, e non solo anagrafici (l’età media del roster sfiora i 30 anni contro i 20 pesciatini) e quasi tutti con precedenti esperienze in categorie superiori.

Ma veniamo all’evento… L’inizio della partita non è favorevole per i ragazzi di coach Ialuna che, come sempre, sembrano aver bisogno di qualche minuto per prendere le misure degli avversari ed infatti, il primo quarto si chiude a +9 per la Fides. Nel secondo quarto la musica cambia ed i nostri mettono finalmente in campo la loro rinomata grinta e spregiudicatezza, tirano senza troppo pensarci, rosicchiano piano piano il vantaggio degli avversari e riescono a rimettere la barca pari.

Si va negli spogliatoi, all’intervallo, in parità con enorme soddisfazione sul fronte rossoverde ed un tantino di preoccupazione per i labronici che forse vedono vacillare la loro certezza di vittoria.

Al rientro in campo i pesciatini continuano a pressare, difendono forte, trovano canestri impossibili e riescono a raggiungere il + 10 di vantaggio che agita gli animi di giocatori e tifosi Fides che invocano ad una dubbia direzione arbitrale.

Coach Caverni le prova tutte per arginare l’impeto pesciatino, da difesa a uomo passa a zona e poi di nuovo a uomo ed intanto il 5° fallo mette a sedere capitan Venditti.

E’ solo verso l’epilogo finale che i ragazzi pesciatini, mai domi per tutta la partita, vengono sovrastati dall’assalto dei labronici che si chiudono in difesa, mettono a segno canestri importanti dalla lunga distanza che agevolano il riaggancio, e poi il vantaggio che, forti dell’esperienza pluriennale, riusciranno ad amministrare fino al termine assicurandosi la sofferta vittoria.

La giovane Cestistica desiste, consapevole che l’impresa non avrebbe comunque cambiato nulla ai fini della classifica, che li vede comunque andare ai play out, dispiaciuti com’è normale che sia, ma fieri di aver nuovamente, nel giro di poche settimane, messo in seria difficoltà una delle corazzate del girone, prova tangibile di un netto miglioramento su tutti i fronti.

Aver sfiorato l’impresa e messo in difficoltà squadra di tale calibro è stato quindi motivo di enorme orgoglio per coach Ialuna e per la dirigenza pesciatina che, di settimana in settimana, vedono crescere questo giovanissimo gruppo di ragazzi che, siamo sicuri, ci farà divertire e non poco.

Ed ora ci aspetta il turno infrasettimanale di mercoledì 9 quando, alle ore 21.00 la Cestistica ospiterà al Palaborelli, Bellaria Cappuccini per offrire ai propri tifosi, che aspettiamo numerosi a sostenerci, minimo un’altra bella prestazione e magari una vittoria!!!

Ragazzi fateci sognare!!!

Parziali: 13-22;34-34;54-46;64-73

Tabellino: Alfieri 4, Lorenzi, Ulivieri, Ciervo 4, Sodini L. 2, Teglia, Romoli 6, Ghera 12, Mariottini 2, Sene 12, Tarzan 12, Menichini 10.








103 visualizzazioni0 commenti

Comentários


bottom of page