top of page

Serie D: Pescia arriva in ritardo al PalaLions a Montemurlo

La Cestistica Pescia arriva in netto ritardo al PalaLions a Montemurlo e, nonostante un repentino risveglio dell'ultimo momento, per un pelo non riesce nell'impresa e soccombe ai leoni di Montemurlo che si aggiudicano la gara per 70-69.

Un inizio che lascia presagire un certo equilibrio fra le due compagini ma è un fuoco di paglia che si spegne velocemente e, già sul finire del quarto, i padroni di casa prendono il sopravvento e piazzano un parziale di 20-14.

Il secondo quarto prosegue sulla scia del primo e i Lions dominano decisamente andando a segno con un chirurgico Carnesi che non sbaglia un tiro portando i suoi sul +13 alla fine del primo tempo, 46-33 il punteggio sul tabellone quando la sirena manda le squadre negli spogliatoi per l'intervallo. Al rientro i leoni sono ancora molto affamati di vittoria, giocano una buona pallacanestro e vanno a segno con continuità a differenza dei rosso verdi che non riescono a trovare con facilità la via del canestro.

E' solo quando Montemurlo, a metà quarto della ripresa tocca le +23 lunghezze di vantaggio, che Pescia si rianima e piano piano recupera lo svantaggio fino ad arrivare agli ultimi secondi con la palla della vittoria fra le mani ma Montemurlo è bravo ad intercettare il passaggio e seppure, dopo cinque minuti di paura, festeggia!

Un vero peccato, due preziosi punti buttati al vento, ma fra perdere rovinosamente e rischiare di vincere c'è comunque la sua differenza e la Cestistica Pescia resta comunque, per molti, un avversario pericoloso ed imprevedibile!

L’allenatore rosso verde ha parlato a fine match: «Siamo stati bravissimi a non mollare mai. Negli ultimi 35 secondi abbiamo recuperato due palloni per vincere ma purtroppo abbiamo sprecato queste opportunità. – Dice Ialuna – Le loro grandi percentuali al tiro da tre sono state fatali per noi».

Ora testa alla prossima, Mercoledì 23, quando alle ore 21:00 al PalaBorelli arriverà Gea Grosseto per una gara che sarebbe da vincere per rimanere a galleggiare in acque tranquille.

Parziali: 20-14, 46-33, 60-44; 70-69

Tabellino: Ponzo 1, Ghera 9, Ciervo 6, Lupi 11, Menichini 6, Vannini 10, Sodini G. 5, Alioune 7, Sodini L. 2, Niccolai 12, Bianucci n.e., Federighi n.e.




274 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page